giovedì 28 febbraio 2013

Blog News: pic dal web e info


Brevi notizie che arrivano dai giornalisti o dagli utenti della rete.

Giornata di Blog news: Dati Istat, liquidazione ex onorevoli, Sentenza Thyssen, copertina tedesca, intervista economista.




Dati Isat: Nel quarto trimestre del 2012 l'indice aggregato del fatturato dei servizi registra una diminuzione del 5,6% rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente. Fonte LaPresse




mercoledì 27 febbraio 2013

Inciuci, Sfiducia e Disoccupazione

Politica piatta
Inizia il tormentone Grillo Bersani, Alfano (per il momento in disparte) cosa fanno governissimo, larghe intese, inciucio...

L'italia appesa ad un filo,

 l'ingovernabilità e la crisi.

 Eh va be la situazione del palazzo e della rete è questa, tutto un ribattere sulle posizioni ancora non consolidate, se un eletto del Movimento cinque stelle fa un'intervista sembra si apra la strada verso il possibile accordo, che poi invece dice di aspettare e valuteranno caso per caso.

Poi arriva la proposta di Bersani l'ormai noto abbiamo non vinto pur arrivando primi, si vedrà già il 15 Marzo quando si riuniranno le camere il da farsi, ancora rimaniamo nell'incertezza, ma una cosa è certa difficilmente  Monti sarà determinante e con lui Napolitano a cui spettano il difficile compito di creare un governo.


domenica 10 febbraio 2013

Confessioni pre elettorali

Ma come cambiano le cose

Vedete io nel 2008 avevo 15 anni e ho iniziato a interessarmi di politica, quindi ho incominciato a guardare talk show, seguire elezioni e via discorrendo.
Telegiornale dopo, sopratutto nel Settembre 2010, quando è diventato direttore del Tg La 7 Enrico Mentana, proponendo un nuovo trend "politico", basato sull'informazione e legato ai nuovi media, mi ricordo la diretta su You Tube del Tg la prima settimana.
Per quanto riguarda il quotidiano come ho gia scritto alternavo il Fatto Quotidiano e il Giornale.
Politicamente invece siccome non c'era un partito di riferimento ma solo un'area, io mi collocavo al centro, si vedevo di buon occhio l'Udc e soprattutto, la sua funzione che era quella di aprire una fase nuova per il Paese, dove la politica, ormai culminata in personalismi, avrebbe dovuto fare una tregua e allearsi per il bene comune.
Questa fase è iniziata soltanto a Novembre del 2011 con il governo Monti, eletto prima senatore a vita e poi Presidente del consiglio dei ministri, con una strana maggioranza (Pd, Centro e Pdl) e con uno slogan che ha costretto ai tagli forzati e alla depressione finanziaria:  "ce lo chiede l'Europa".
Il clima appare cambiato, recuperiamo credibilità internazionale grazie al prestigio in Italia di Mario Monti e in Europa, come presidente della BCE si insedia l'italiano Mario Draghi, dando il via ad una possibile svolta.
Poi la situazione non varia il terzetto non decolla, l'ombra del predecessore e la sua continuità aleggiano nel governo dei tecnici. Si arriva in questo modo alle elezioni comunali, dove sparisce il terzo polo o forse si rende evidente dei suoi limiti e si autodistrugge.
In contemporanea si son verificati due eventi, o meglio due vittorie la prima per ordine di importanza, Hollande in Francia e Pizzarotti a Parma.

 Il giorno dopo il fatto quotidiano titola: Parmacotti















E da allora le cose cambiano un giorno sono a scuola, un giovedi gia arrivati a Giugno,
mi ritrovo un'intervista di Luca Telese al Corriere della sera.














Mi fermo qui per questa prima puntata