sabato 26 aprile 2014

IL viaggio in treno di una scelta


Questo è un articolo di coscienza.



Viaggio in treno Fonte

Questa giornata trascorsa in treno sveglia presto e partenza con venti minuti di anticipo.

Ormai passo le vacanze in treno come da questi tweet con Insopportabile.


Inizia così il viaggio





Continuando il viaggio e ripensando a quello vissuto a metà Agosto, il pensiero del mio tempo, una famiglia anglo-franco-algerina si siede nei posti rimasti liberi, nulla di importante. Quindi oltre a seguire i tweet sconclusionati a qualche calcolo pressapochistico su Google Plus, leggo il giornale, solo un articolo è degno di nota lo trovate su Tumblr.






Solitamente il viaggio non dipende dalla distanza e c'è sempre qualcuno che parte da più lontano e arriva oltre e allora bisogna capire e comprendere tutti, anche per chi non condivide queste opinioni.

Poi arriva in una tratta dove stanno realizzando un strada nuova che si vede spesso dalla macchina, e invece dal treno con la calma del cambiamento appena avvenuto, il non pensare alle macchine che arrivano di fronte ti fa pensare al paesaggio, delle curve della strada il percorso è più rettilineo e si arriva direttamente alla fermata con la solita paura di aver dimenticato qualcosa, tranquillizzato dal fatto che la testa sia a casa a riposare.

Dopo il pranzo una rinfrescata alla memoria non è delle migliori, e allora si riguarda con la nonna il passato della famiglia, dai nobili signori padroni del paesello, la vita di campagna, agli amori e il matrimonio il pensiero alla famiglia e per i nipoti. Tutto questo condito dal passaggio di foto.


Foto simbolo Fonte



Foto simbolo Fonte



Si va via, prima si saluta il passato, la memoria, le proprie radici, ma nella fretta e nella chiacchera e nel dialogo interconnesso invece si assiste nel monologo duale.

E quindi dal profondo viene giù una domanda, le persone possono avere fondamentalmente due posizioni:


  • Stimare i propri genitori

  • Ritenersi superiori o comunque diversi commettendo i loro errori 

  Se si è della prima posizione, va be la dico forte tanto, sembra la       giornata di oggi, o meglio esasperata dalla puntata di otto e               mezzo, ospiti Vauro e Alessandro Milan, quindi si deduce che           il  vignettista appartenga alla   prima affermazione mentre il             giornalista alla seconda più o meno contrapposizione.
  Qui una serie di tweet sull'argomento


  http://inagist.com/all/459766647700873216/



E' chiaro, il mio futuro dipende dal passato, da quello che riesco a vivere appoggiandomi a me stesso, cavandosela da soli, oppure pur rimanendo sostanzialmente come spirito umano quei valori trasmessi, sono la chiave di un percorso che c'è, mentre per l'altro non va seguito va costruito da nuovo.   


  
Questo breve post, ti ha ricordato qualcosa o lo trovi adatto, condividi e commenta..