giovedì 17 settembre 2015

Elezioni in Grecia si vota

Cosa porta a scrivere questo post. La notizia della Stampa. Anche il Post ne ha parlato.


Casi esemplari di Europa, in cui si parlava di Grecia e Cipro.

A cosa penso, visto che c'è chi ha fatto questo paragone tra Sardegna e Grecia ecco due post sull'argomento: Una piccola visita in Sardegna (2 anni fa) e poi il Elezioni in Sardegna le cose cambiano.

La 'situazione' della Grecia.

Sembra molto simile a quella del viaggiatore in treno. Ogni fermata 'importante', quindi per lo Stato ogni entrata è debito, l'addetto/a controlla il biglietto e lo convalida, ripassa quattro fermate dopo e convalida nuovamente, finché il viaggio finisce, ecco per uno stato il viaggio non finisce ed il biglietto non è unico. Ogni volta che il controllore volge il suo compito, la procedura si aggiorna, qualcosa la si capisce leggendo il post precedente, ma ben poco rispetto a quello che è successo successivamente.


La questione immigrazione.

Rispetto alle ultime politiche greche è il vero tema che riguarda sia Grecia che l'Europa e non abbia come fondo l'economia. Un articolo Politico giorni fa riportava un dato di 343K arrivi nelle coste del mediterraneo, il 70% in Grecia e sono circa 240k, il doppio dell'Italia, che si sa è in emergenza. Il tavolo europeo è abbastanza lento, il sistema delle quote sempre rinviato e via discorrendo, sicuramente poi la 'situazione' della Turchia e del Medio Oriente non facilita il quadro generale. Da questo punto di vista ma ne parlo maggiormente dopo, una decisione non condivisa e valida, rischia di portare la Grecia verso l'isolamento.

Il referendum.

Salutato con favore in termini democratici, il referendum è stata l'ultima causa della crisi politica in Grecia, il cui effetto sono le elezioni anticipate, segnate dalle divisioni nel partito di Syriza. 
E' stato sicuramente un voto ideologico, siete a favore del piano di aiuto della Troika? No. A questo come c'era da aspettarselo ne segue un accordo, risultato di poche mediazioni perché il tempo stringeva.


Prospettive da Lunedì

L'ultimo sondaggio vede vincente, seppur in termini di arrivo il partito di Nea Dimokratia, mezzo punto in più di Syriza, c'è stato anche un confronto Tv, e l'astensione è stimata al 40%. Riuscendo ad arrivare primo ma non riuscendo ad avvicinarsi a quota 36%, voti utili per la vittoria e con una sostanziale parità, una possibilità può essere quella di Grosse Koalition, per Syriza che non vince, dimissioni di Tsipras, insomma il modello italo-tedesco. Per una Syriza in prima posizione elettorale le possibilità sono due, la prima: governo progressista, con il Pasok che è dato per terzo, la seconda: elezioni anticipate. 

Il primo ministro Alexis Tsipras








[Il termine situazione, importante, fatto non vogliono dire di per se niente...

Connessione di aspetti o di elementi che configurano la 'condizione' attuale di un 'fatto';

in generale, 'fatto' il cui intervento è necessario perché un altro 'fatto' possa verificarsi; 
avvenimento, azione, fenomeno, ciò che si compie o si è compiuto]
Accordo Euro-gruppo sul debito Greco. (aggiornamento 26-04-16)
http://www.euinside.eu/en/news/Eurogroup-and-IMF-near-an-agreement-on-Greece


lunedì 24 agosto 2015

Angolo del lettore digitale

Tornato dopo tanto, ma prima del previsto.


Ogni giorno dobbiamo scegliere se occuparci di quello che passa tra i vari social network, o cercarci le notizie.
"Cercare" le notizie nei motori di ricerca, si ma una volta che ho il titolo, questo magari è dato da un titolo, letto sui social network o qualche altro fattore, come seguire notizie in aggiornamento.




Le notizie a tarda sera, si il caldo che si vive in questi giorni, salvo che in alcune regioni piova, è insopportabile, solo a tarda sera si leggono le notizie, prima ci si riposa... e se siete in vacanza potete andare in piscina o al mare oppure per gli amanti della Montagna o comunque isolati il nostro Paese gode di luoghi eccezionali... rimane il fatto di trovarli e volerci andare...
Invece oggi la notizia che la newsletter di Politico non sarà più free.

domenica 15 febbraio 2015

Togliere le vesti alla Thatcher


Merkel come laThatcher , dodici anni di storia.



Intervista con Enzo Biagi

C'è molta differenza tra governare una famiglia e governare uno Stato?
Bé, in un certo senso no. Bisogna vivere con i propri mezzi e non fare il passo più lungo della gamba. Non si può fare tutto al posto del popolo ne il popolo lo desidererebbe in una società libera.
Lei ha detto "Vorrei che ogni inglese fosse capitalista può spiegare perché?
Perché esser capitalisti vuol dire avere degli interessi nel paese in cui si vive, ciò che importa è che si abbia dell'indipendenza. Quindi io dico spesso che quello che cerco di ottenere è il capitalismo popolare. In altre parole ognuno deve avere l'opportunità di acquistare (terra, denaro, qualcosa alle spalle), perché questo gli permette di essere indipendente. 


Il ventennio della Thatcher ha influenzato il sistema politico ed economico, ma non soltanto come spiega bene questo articolo, anche varie band britanniche hanno cantato la loro disapprovazione in varie tematiche tematica riguardante la la lady di ferro.

























Alcuni tweet




 



Tra i tanti segnalato un articolo sull'Espresso http://espresso.repubblica.it/palazzo/2014/02/27/news/matteo-renzi-piu-che-tony-blair-ricorda-la-tatcher-1.155143

Qualche stato su Google plus

Le donne cambiano il mondo, sensibili, fredde calcolatrici, intelligenti, vittime, determinate e determinanti
https://plus.google.com/112282616066052204167/posts/PZWQEnj5C8z

IL ministro Lupi l'8 Marzo scorso







http://www.gadlerner.it/2013/12/06/per-non-dimenticare-thatcher-e-reagan-contro-il-terrorista-mandela